dott. RICCARDO MARZOLA
Studio Odontoiatrico Marzola - Ferrara

IMPIANTI DENTALI
impianto

Gli impianti dentali rappresentano senza dubbio la più incredibile ed affascinante innovazione nella storia dell’Odontoiatria.

Verso la fine degli anni ‘60, il Prof. P.I. Branemark scoprì che il Titanio è un materiale assolutamente BIOCOMPATIBILE, ovvero non viene riconosciuto come corpo estraneo dal nostro organismo, ma da esso viene accettato come ne fosse una sua parte. Il Prof. Branemark comprese pertanto che oggetti di Titanio inseriti nell’osso umano si integrano con l’osso stesso quasi a diventare un corpo unico. A tale processo diede il nome di OSTEOINTEGRAZIONE.

La prima applicazione clinica di tale concetto fu proprio l’uso degli impianti dentali, ossia strutture cilindriche a forma di vite ed appunto fatte di Titanio.

PROCEDURA CLINICA

Attraverso l’uso di particolari frese monouso dapprima viene creato nell’osso uno spazio calibrato, quindi gli impianti vengono avvitati nell'osso stesso e lasciati ”osteointegrare” per un periodo variabile tra i 2 ed i 6 mesi.

Oggi, tuttavia, è possibile nella maggior parte dei casi eseguire la metodica di "carico immediato", ovvero inserire dei denti artificiali provvisori al momento dell'inserimento degli impianti stessi rendendo di fatto completo il trattamento in un'unica seduta. Tale procedura può anche essere svolta, grazie all'utilizzo di avanzate tecnologie computerizzate (metodica NOBELGUIDE), senza fare tagli nelle gengive e di conseguenza senza bisogno di dare punti di sutura.

Attraverso l'uso di un computer del cd rom della Tac della bocca del paziente viene pianificata la posizione corretta degli impianti, quindi i dati vengono inviati per via telematica al centro di produzione che nel giro di pochi giorni invia allo studio una mascherina in resina con tanti piccoli buchi per quanti sono gli impianti da inserire. I pazienti al termine della procedura, oltre ad avere i denti provvisori inseriti subito, (in qualche caso addirittura è possibile inserire i denti definitivi, anche se cià non è sempre raccomandabile), avranno un decorso post-operatorio generalmente molto favorevole senza gonfiore e dolore o comunque con un quadro clinico molto più semplice rispetto alla stessa procedura eseguita in modo tradizionale con tagli e suture. Le uniche ferite presenti sono tanti piccoli taglietti circolari, per altro riempiti dal provvisorio, di 4 mm circa, per ciascun impianto inserito.

Gli impianti consentono di risolvere molti dei tuoi problemi odontoiatrici. Un tempo, se c’era necessità di estrarre un dente o se ciò era già stato fatto, l’unica terapia possibile era di limare i denti accanto a quello mancante e di fabbricare un ponte. Oggi, invece, se manca un dente, lo si può sostituire con un impianto MANTENENDO INTATTI E SANI I DENTI ACCANTO.

Gli impianti possono essere utilizzati per sostituire:
(Clicca sul disegno per entrare nelle varie sezioni!)

 

Studio Odontoiatrico Dott. Riccardo Marzola - Via Garibaldi, 5 - 44121 Ferrara - Tel: 0532 205722 - Fax: 0532 1861879